Categoria: Aeroporto Birgi

Lo scalo civile, situato in una frazione d’area separata dalla base militare, iniziò l’attività a partire dagli anni sessanta, quando nel nuovo aeroporto militare furono trasferiti anche i voli civili, operati da Alitalia, per PalermoPantelleria e Tunisi, in precedenza effettuati dall’aeroporto di Trapani-Chinisia. Nel 1964 iniziarono i collegamenti con Napoli e Roma-Fiumicino, mentre nel giugno dello stesso anno ATI inaugurò i suoi voli per Pantelleria e Palermo. Successivamente si aggiunse il volo per Milano Linate.

Gli anni novanta segnarono un periodo di quasi inattività dello scalo, con collegamenti effettuati solamente con Pantelleria. Dopo la ristrutturazione dell’aerostazione, dal 2003 il traffico aereo conobbe un sensibile incremento grazie all’istituzione di nuove tratte per Bari-Palese MacchieVenezia-TesseraMilano-Linate e Roma-Fiumicino, operate fino al luglio 2008 da Air One e successivamente, fino al settembre 2008, da Air Bee.

Meridiana ha riattivato collegamenti giornalieri con Pantelleria, mentre la compagnia Air One nell 2010 effettua voli per l’aeroporto di Milano-Malpensa. Dal 2006 opera Ryanair, con collegamenti nazionali e internazionali.

Nel piano regionale del trasporto aereo siciliano, è in progetto la costituzione di due poli aeronautici: quello occidentale, costituito dagli aeroporti di Palermo e Trapani, e quello orientale, rappresentato dagli scali di Catania-Fontanarossa e Comiso.

Il 4 maggio 2011, il CdA dell’ENAC ha approvato la delibera di concessione della gestione totale trentennale dell’Aeroporto di Trapani a favore della società di gestione Airgest S.p.A.

L’aeroporto è classificato “militare aperto al traffico aereo civile”, quindi i servizi di assistenza al volo (radioassistenze, traffico aereo, meteorologia) sono forniti dal personale del 37º Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana anche agli aerei civili.